Un libro per tutti: il silent book

Share Post:

I “silent book” o “albi illustrati muti”, sono libri adatti a tutti, grandi e piccini.

Si tratta di libri in cui protagonisti sono le immagini e non ci sono parole, lasciando spazio alla fantasia e superando ogni barriera linguistica.

La relazione genitore- figlio viene rafforzata grazie alla lettura di questi albi, così come viene incoraggiata la lettura e la produzione del linguaggio, grazie al ricnoscimento delle figure. Infatti, potremmo dire che la lettura dei silent book porta con sè diversi vantaggi:

  • ci si allena all’empatia: bisogna imparare a raccontare e l’io del lettore (spesso adulto) deve sintonizzarsi con l’io infantile. Si entra in comunicazione e relazione con i significati nascosti del libro, andando a raccontare una parte di noi stessi.
  • è un incentivo all’ascolto: il bambino, non ancora in grado di leggere, condivide l’esperienza della rappresentazione attraverso immagini.
  • si rinforza l’autostima: narrare di esperienze altrui e trovare soluzioni a possibili problemi, porta il bambino a usare la fantasia per gestire le difficoltà, permettendogli, così, di concepire la situazione- problema come sostenibile e affrontabile.
  • è un momento di condivisione: trovare del tempo per leggere con il proprio bambino permette sì di rinforzare il legame, ma anche esplorare qualcosa di nuovo.

Silent book consigliato:

L’onda di Suzy Lee

L’onda di Suzy Lee, racconta un’amicizia speciale di una bambina con il mare,
un rapporto fatto di divertimento e gioco ma anche con un pizzico di paura. E’
un racconto per immagini che racconta l’amicizia e la forza di superare le
proprie paure, sapendo che l’ignoto può riservarci tante preziose sorprese.
Consigliato a partire da 5 anni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


The reCAPTCHA verification period has expired. Please reload the page.

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest

Scopri di più

Leggi altri articoli

La personalità è un fattore innato?

“La personalità è un fattore innato?” è difficile rispondere a questa domanda in modo univoco. Sicuramente è da tenere a mente il fatto che ognuno